Allarme donazioni, le Associazioni sarde: l’assessore Nieddu ci incontri al più presto

Allarme donazioni, le Associazioni sarde: l’assessore Nieddu ci incontri al più presto post thumbnail image

Le associazioni Prometeo Aitf Odv, Aido Sardegna Odv, “Elisa Deiana” Odv, Asnet Aps, Aned Sardegna e Associazione Sarda Trapiantati hanno inviato una lettera all’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, chiedendo un incontro urgente per fare il punto sulla “grave situazione in cui è precipitata la nostra regione nel campo della donazione e dei trapianti in questi primi sei mesi del 2022”. Le Associazioni firmatarie si dicono “fortemente preoccupate” per la realtà che, non da oggi, è sotto gli occhi di tutti.


.
“A metà anno – sottolineano nella lettera – siamo a un totale di sole 34 segnalazioni di morte encefalica, ben al di sotto della metà delle 109 del 2021, che hanno dato la possibilità di realizzare nell’Isola 22 trapianti totali (11 di fegato, 10 di rene, 1 di cuore), ossia meno della metà dei 76 del 2021 (38 di fegato, 33 di rene, 5 di cuore)”.
.
2022_F_ATTIVITA_ORGANI_DX-TX MAGGIO
.
“Ma il dato che più ci ha preoccupato, come associazioni di volontariato impegnate a creare la cultura della donazione, è l’altissimo numero di opposizioni a quest’ultima: ben 14 in questi primi sei mesi, pari al 41%, dato che ci colloca alla pari delle regioni meno “virtuose”. Vorremmo ricordare che in Sardegna, negli ultimi 14 anni, il tasso di opposizione alla donazione è stato mediamente del 20% e che, in un’ipotetica classifica della bontà, la nostra Isola si sarebbe sempre collocata ai primi posti insieme alla Toscana, l’Emilia Romagna e il Veneto”.
.

.
“Ci preme fornire un quadro della situazione sarda che sia il più possibile obiettivo e reale”, prosegue il testo della lettera inviata all’assessore Nieddu. “Per fare questo utilizziamo il report con i dati al 30 aprile 2022 del Centro Nazionale Trapianti, che sovraintende e organizza l’intera attività di procurement del Paese.
.
Accertamenti di morte per Regione
.
Sardegna anno 2021: n. 109; anno 2022: n. 58.
.
Accertamenti di morte per Regione per milione di persone
.
Sardegna anno 2021: n. 67,6; anno 2022: n. 36,5 (dato medio Italia: 42,9).
.
Donatori utilizzati per Regione
.
Sardegna anno 2021: n. 58; anno 2022: n. 27.
.
Donatori utilizzati per Regione per milione di persone
.
Sardegna anno 2021: n. 35; anno 2022: n. 17 (dato medio Italia: 24,7).
.
Opposizioni alla donazione
.
Sardegna anno 2021: 22,9%; anno 2022: 42% (dato medio Italia: 28,7%).
.
È evidente che in Sardegna, nei primi mesi del 2022, si sono registrate forti criticità nel sistema donazione trapianti”.
.

.
“Dal report di aprile del CNT conclude la lettera – possiamo vedere che nelle liste d’attesa della Sardegna ci sono 82 pazienti in attesa per un rene, 13 persone per un cuore, 11 pazienti per un fegato e 3 per il pancreas. Sono numeri importanti, ai quali bisogna dare una risposta in tempi rapidi, perché per i pazienti epatopatici e per quelli con gravi insufficienze cardiache l’alternativa al trapianto non realizzato è solo la morte”. Pertanto, “le associazioni di volontariato firmatarie, impegnate nel promuovere la donazione nella nostra Isola e che si considerano parte importante del processo di crescita culturale che porta alla donazione, chiedono di incontrarla per fare il punto su donazione e trapianti nella nostra Isola”.

Ti invitiamo a seguirci e a condividere

Altri articoli...

Monsignor Zedda: “Siamo tutti chiamati ad aiutare i poveri della nostra società”Monsignor Zedda: “Siamo tutti chiamati ad aiutare i poveri della nostra società”

Mancano pochi giorni all’importante appuntamento fissato per sabato 29 ottobre all’Auditorium Fraternità di Tortolì (via Papa Giovanni Paolo II). Nella sede della Caritas diocesana si svolgerà il XII Convegno regionale delle Caritas parrocchiali. Ne parliamo con Monsignor Giovanni Paolo Zedda,