Solidando Film Festival, la sesta edizione all’iraniano “The Sprayer”

Solidando Film Festival, la sesta edizione all’iraniano “The Sprayer” post thumbnail image

Il cortometraggio “The Sprayer” del regista iraniano Farnoosh Abedi si è aggiudicato il primo premio della sesta edizione di “Solidando Film Festival” che si è tenuta nei giorni scorsi sul palco dell’Exma. Il film di animazione, ambientato in un mondo apocalittico, porta alla luce una profonda riflessione sull’importanza della natura e ricorda come l’Uomo utilizzi la sua forza per distruggerla, mentre la natura utilizza la sua forza per rinascere e far vivere il mondo. La giuria artistica, composta da Francesco Bussalai, Alessandra Usai e Alessandra Piras, con questa motivazione ha voluto decretare il miglior corto in gara per il 2023. Il secondo premio è andato invece a “The Nightwalk” di Adriano Valerio, regista italiano che da anni vive a Parigi. “Il film racconta l’esperienza del lockdown vissuta da un ragazzo occidentale a Shangai, attraverso un susseguirsi incalzante di immagini di archivio, riuscendo a trasmettere quella sensazione di smarrimento, solitudine e paura che in tanti hanno vissuto durante i primi mesi dell’epidemia. Un film poetico e profondo che porta alla luce gli effetti mentali generati dalla segregazione”.

Al regista sardo Sergio Falchi è andato, invece, il terzo premio per l’opera “Without you – Senza te”. “Un piccolo, grande film autoprodotto – si legge nelle motivazioni dei giurati – con una interpretazione struggente di Giampaolo Loddo, capace di rappresentare il sentimento dell’amore e dell’assenza, accompagnato da una colonna sonora di forte empatia”.

Il premio dell’associazione Solidando Odv, assegnato al film che meglio rispecchia e rappresenta cinematograficamente i valori dell’Associazione, è andato a “Shero” di Claudio Casale, che racconta la storia di una donna indiana il cui volto è stato distrutto dall’acido, “per la forza con cui tante donne, nel mondo, reagiscono alla violenza sia fisica che psicologica e allo stigma sociale”.

Infine, il premio Ega (European Gate to Arts) è stato consegnato dal presidente Paolo Palomba al corto “Warsha” della regista libanese Dania Bdeir, giá vincitore del Sundance Fes.

Ti invitiamo a seguirci e a condividere

Altri articoli...

“Migrare: Sardegna chiama Africa”, il progetto arriva alla seconda edizione“Migrare: Sardegna chiama Africa”, il progetto arriva alla seconda edizione

L’associazione Socialmed promuove la seconda edizione del progetto MigraRe: Sardegna chiama Africa. Della durata complessiva di tre anni, il progetto intende contribuire al miglioramento del processo di integrazione tra cittadini provenienti dai Paesi del continente africano, residenti nel territorio regionale,

Pubblicato il Principio Contabile OIC 35 – febbraio 2022 – a cura dell’Organismo Italiano di Contabilità (OIC).Pubblicato il Principio Contabile OIC 35 – febbraio 2022 – a cura dell’Organismo Italiano di Contabilità (OIC).

Il Principio Contabile ha lo scopo di disciplinare i criteri per: la presentazione dello stato patrimoniale, del rendiconto gestionale e della relazione di missione degli enti del Terzo Settore, con particolare riguardo alla loro struttura e al loro contenuto la

Trapiantati e dializzati sardi tra medaglie ai Campionati europei e il disastro della sanitàTrapiantati e dializzati sardi tra medaglie ai Campionati europei e il disastro della sanità

Pino Argiolas, presidente regionale dell’associazione Prometeo Onlus, affiliata all’Aitf (Associazione italiana trapiantati di fegato), mostra un sorriso amaro. È reduce da un’ottima prova (personale e di squadra) ai Campionati europei trapiantati e dializzati, che si sono svolti a Oxford dal