Sport dilettantistico e aree, quattro Avvisi per Comuni e associazioni

Sport dilettantistico e aree, quattro Avvisi per Comuni e associazioni post thumbnail image

Grazie al lavoro sinergico tra il Dipartimento per lo Sport e “Sport e Salute Spa”, sono disponibili i 4 Avvisi pubblici rivolti ad Asd, Ssd ed Ets di ambito sportivo e Comuni, per interventi volti alla realizzazione di presìdi in aree di disagio sociale e a rischio emarginazione, progetti di inclusione, attività negli istituti di pena (anche minorili) e interventi per la sistemazione di aree attrezzate per l’attività motoria nei parchi urbani. Sport e salute Spa, su iniziativa del ministro per lo Sport e i Giovani e per il tramite del Dipartimento per lo Sport, ha predisposto un piano integrato di misure di sostegno sociale grazie al quale, attraverso la rete associativa sportiva di base e gli Enti del Terzo settore di ambito sportivo, intende sostenere l’azione sociale dello sport. L’intervento vale complessivamente 15,7 milioni di euro.
.
“Sport di tutti” è un modello d’intervento sportivo e sociale, che mira ad abbattere tutte le barriere di accesso allo sport e declina concretamente il principio del diritto allo sport, per le persone e nelle comunità. L’obiettivo è promuovere, attraverso l’attività fisica, la pratica sportiva e stili di vita sani, un miglioramento delle condizioni di salute e benessere psico-fisico degli individui e di favorire la coesione sociale delle comunità.
.
Sport di tutti – Quartieri
.
Il Progetto ha lo scopo di supportare le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche e gli Enti del Terzo Settore di ambito sportivo che operano in contesti territoriali difficili, in collaborazione con altri soggetti operanti sul territorio, utilizzando lo sport e i suoi valori educativi come strumento di sviluppo ed inclusione sociale. Il Progetto intende favorire l’alleanza educativa tra il sistema sportivo e il sistema del Terzo Settore grazie a presidi al servizio delle comunità di riferimento. L’iniziativa si inserisce in uno scenario sociale complesso in termini di mancato accesso all’istruzione, agli spazi ricreativi, culturali e sportivi, soprattutto da parte dei minori.
.
Sport di tutti – Inclusione
.
Questo progetto ha lo scopo di supportare le Associazioni, le Società sportive dilettantistiche e gli Enti del Terzo settore di ambito sportivo che svolgono attività di carattere sociale sul territorio attraverso progetti che utilizzano lo sport come strumento educativo e di prevenzione del disagio sociale e psicofisico, di sviluppo e di inclusione sociale, di recupero e di socializzazione, di integrazione dei gruppi a rischio di emarginazione e delle minoranze, garantendo a tutti l’accesso alla pratica sportiva.
.
Sport di tutti – Carceri
.
Il progetto promuove lo sport come strumento e opportunità di rieducazione per i detenuti, attraverso il potenziamento dell’attività sportiva negli istituti penitenziari per adulti e minori, in collaborazione con il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria e il Dipartimento per la Giustizia minorile e di comunità. È prevista la realizzazione di attività fisico-sportiva e di formazione per i detenuti e di formazione destinato agli operatori sportivi e al personale dell’Amministrazione penitenziaria.
.
Sport di tutti – Parchi
.
Tale progetto, nato dalla collaborazione tra “Sport e Salute Spa” e l’Associazione nazionale Comuni italiani – Anci, ha l’obiettivo di realizzare nuove aree sportive attrezzate all’interno di parchi comunali pubblici o spiagge, attraverso la dotazione di strutture fisse per lo svolgimento di attività sportiva all’aperto a corpo libero. I Comuni interessati al progetto, oltre a cofinanziare ogni realizzazione con un contributo pari al 50%, dovranno prevedere l’adozione delle aree attrezzate, per un minimo di due annualità, da parte di associazioni o società sportive dilettantistiche che operano sul territorio, che assicurino la manutenzione delle aree e delle attrezzature annesse.
.
Per maggiori dettagli cliccare qui.

Ti invitiamo a seguirci e a condividere

Altri articoli...

L’Arcat e le riflessioni post congressuali sulla crisi ecologica e socialeL’Arcat e le riflessioni post congressuali sulla crisi ecologica e sociale

Apertura al mondo sulla contemporaneità da parte dei Club aderenti, con un’ampia riflessione sulla crisi ecologica, sociale e antropospirituale del nostro tempo. Erano questi i propositi dell’Arcat Sardegna, l’Associazione regionale dei Club Alcologici Territoriali (metodo Hudolin), prima del Congresso nazionale