LE ATTIVITÀ DEL CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO

LE ATTIVITÀ  DEL CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO post thumbnail image

I CSV utilizzano le risorse del FUN loro conferite al fine di organizzare, gestire ed erogare servizi di supporto tecnico, formativo ed informativo per promuovere e rafforzare la presenza ed il ruolo dei volontari negli enti del Terzo settore, senza distinzione tra enti associati ed enti non associati nel rispetto e in coerenza con gli indirizzi strategici generali definiti dall’ONC ai sensi del articolo 64, comma 5, lettera d).
Sulla base di quanto disposto dall’art. 63 c. 2 del D. Lgs 117/2017, il CSS opera secondo le seguenti 6 aree di attività di interesse generale.
Area 1 – Servizi di promozione, orientamento e animazione territoriale,
finalizzati a dare visibilità ai valori del volontariato e all’impatto sociale dell’azione volontaria nella comunità locale, a promuovere la crescita della cultura della solidarietà e della cittadinanza attiva in particolare tra i giovani e nelle scuole, istituti di istruzione, di formazione ed università, facilitando l’incontro degli enti di Terzo settore con i cittadini interessati a svolgere attività di volontariato, nonché con gli enti di natura pubblica e privata interessati a promuovere il volontariato. Animazione territoriale: qualificare e sostenere il volontariato mettendo in connessione tra loro i soggetti del territorio, per essere costruttori di welfare di comunità. Le attività prevedono l’ascolto diretto attraverso incontri territoriali, tavoli tematici, supporto tecnico operativo, la promozione della cultura dell’innovazione e la creazione di sinergie tra il sistema socio-economico-culturale e le Istituzioni. Il CSS inoltre può fare da incubatore per progettualità proposte da reti tematiche o territoriali.
Area 2 – Servizi di consulenza, assistenza qualificata ed accompagnamento,
finalizzati a rafforzare competenze e tutele dei volontari negli ambiti giuridico, fiscale, assicurativo, del lavoro, progettuale, gestionale, organizzativo, della rendicontazione economico-sociale, della ricerca fondi, dell’accesso al credito, nonché strumenti per il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze acquisite dai volontari medesimi.
Area 3 – Servizi di formazione,
finalizzati a qualificare i volontari o coloro che aspirino ad esserlo, acquisendo maggiore consapevolezza dell’identità e del ruolo del volontario e maggiori competenze trasversali, progettuali, organizzative a fronte dei bisogni della propria organizzazione e della comunità di riferimento.
Area 4 – Servizi di informazione e comunicazione,
finalizzati a incrementare la qualità e la quantità di informazioni utili al volontariato, a supportare la promozione delle iniziative di volontariato, a sostenere il lavoro di rete degli enti del Terzo settore tra loro e con gli altri soggetti della comunità locale per la cura dei beni comuni, ad accreditare il volontariato come interlocutore autorevole e competente.
Area 5 – Servizi di ricerca e documentazione,
finalizzati a mettere a disposizione banche dati e conoscenze sul mondo del volontariato e del Terzo settore in ambito nazionale, comunitario e internazionale.
Area 6 – Servizi di supporto tecnico-logistico,
finalizzati a facilitare o promuovere l’operatività dei volontari, attraverso la messa a disposizione temporanea di spazi, strumenti ed attrezzature.

Ti invitiamo a seguirci e a condividere

Altri articoli...

Monsignor Zedda: “Siamo tutti chiamati ad aiutare i poveri della nostra società”Monsignor Zedda: “Siamo tutti chiamati ad aiutare i poveri della nostra società”

Mancano pochi giorni all’importante appuntamento fissato per sabato 29 ottobre all’Auditorium Fraternità di Tortolì (via Papa Giovanni Paolo II). Nella sede della Caritas diocesana si svolgerà il XII Convegno regionale delle Caritas parrocchiali. Ne parliamo con Monsignor Giovanni Paolo Zedda,

“Prorogati i termini per le assemblee online del terzo settore”; “Cinque per mille: è possibile accreditarsi entro il 31 ottobre 2022”.“Prorogati i termini per le assemblee online del terzo settore”; “Cinque per mille: è possibile accreditarsi entro il 31 ottobre 2022”.

Sono questi i titoli relativi a due importanti notizie per il Terzo settore che abbiamo inserito nella sezione del nostro sito denominata “Area 4 – Servizi di Informazione Comunicazione“. Come Centro Servizi Sardegna, abbiamo la mission di tenervi costantemente aggiornati