Ambiente pulito, si chiude in Sardegna il 1° Giro d’Italia Plogging

Ambiente pulito, si chiude in Sardegna il 1° Giro d’Italia Plogging post thumbnail image

Sono aperte le iscrizioni alla 46esima ed ultima tappa del 1° Giro Italia Plogging 2022, in programma domenica 27 novembre a Cagliari. L’evento è organizzato dall’associazione “Bambini che piantano alberi”, da Cittadinanzattiva Sardegna Odv Ets e dall’Assemblea territoriale di Cittadinanzattiva Cagliari, in collaborazione con Legambiente Cagliari, il Coordinamento presidenti Consiglio di circolo e di istituto della Sardegna, l’Istituto Comprensivo statale “Via Stoccolma” di Cagliari, con il patrocinio del Comune di Cagliari e il contributo della Regione Sardegna. La prima tappa nazionale si è tenuta lo scorso 23 gennaio a Pordenone.
.
La manifestazione prevede tre differenti percorsi. Percorso 1: ritrovo presso il La Plaia Centro Commerciale (viale La Plaia) alle ore 9. Percorso 2: ritrovo in via Pirandello, angolo via Enrico Toti (Pirri) alle 9. Percorso 3: ritrovo in piazza Islanda (quartiere Genneruxi), sempre alle 9. All’arrivo nei punti di ritrovo, i partecipanti saranno informati delle modalità di esecuzione della raccolta e organizzati in piccoli gruppi, cui verrà assegnato il percorso (una strada o una piazza) da ripulire dai rifiuti. A tutti i partecipanti sarà consegnato il materiale occorrente per la raccolta (guanti e buste). Per questo motivo è auspicabile che le iscrizioni arrivino al più presto, in modo che gli organizzatori possano mettere a disposizione un quantitativo sufficiente di materiale.
.
La modalità di raccolta potrà essere quella della corsa, della passeggiata o della camminata veloce. Ogni partecipante è invitato a indossare abbigliamento comodo e sportivo e a munirsi di acqua e tanta buona volontà. I rifiuti saranno opportunamente differenziati e accumulati in aree preventivamente concordate con il Comune. Alla fine della tappa verrà piantato a titolo simbolico un albero di ulivo con una targa riportante: “Da qui è passato il buon esempio – Giro d’Italia di Plogging 2022”. La targa sarà realizzata in materiale riciclato e totalmente autoprodotta.
.
«Ogni partecipante – spiega Vania Erby, fondatrice di “Bambini che piantano alberi”, non nuova ad iniziative di questa rilevanza – potrà portare con sé un cartello, un disegno, un messaggio (realizzato personalmente, e possibilmente con materiale riciclato), che sarà poi utilizzato per sensibilizzare le persone a non abbandonare i rifiuti e a lasciare puliti gli spazi comuni».
.
Chi volesse iscriversi, può farlo online cliccando sul link urly.it/3qnh2, oppure inviando un messaggio al numero 329-0211847 entro il 25 novembre 2022, scegliendo a quale percorso si intende partecipare. Sarà comunque possibile iscriversi anche in loco, il giorno della manifestazione, entro le ore 8,45.
.
«Avremo la fortuna di avere con noi le campionesse di atletica Claudia Pinna, Giulia Innocenti e Sara Paschina», sottolinea Vincenzo Pinna, coordinatore di Cittadinanzattiva Cagliari. «Le altre tappe del Giro d’Italia di plogging in Sardegna, dopo quella che si è svolta il 29 ottobre scorso a La Maddalena, sono: Seulo (domenica 20 novembre 2022), Pula (1° Trail Pixinamanna), Selargius, Elmas e Villaurbana (sabato 26 novembre), Cagliari, Quartu Sant’Elena e Sant’Antioco (domenica 27 novembre)».
.
Che cos’è il plogging? «Si tratta di una nuova tendenza, nata nel 2016 in Svezia, che consiste nel raccogliere rifiuti di vario genere che si trovano nel proprio percorso, durante una seduta di jogging o di qualsiasi altra attività fisica svolta all’aperto», spiega Carlo Veglio, referente del progetto per Cittadinanzattiva Cagliari. «Lo scopo principale di questa disciplina è quello di utilizzare il tempo dedicato al proprio allenamento per fare anche una buona azione, a tutela dell’ambiente e dei luoghi in cui abitiamo».

Ti invitiamo a seguirci e a condividere

Altri articoli...

Aicem, un progetto di cooperazione per ridurre la mortalità infantile in Senegal e Burkina FasoAicem, un progetto di cooperazione per ridurre la mortalità infantile in Senegal e Burkina Faso

L’associazione Aicem, in collaborazione con le Associazioni “Generazione Europa” e “Life – Centro studi sulle politiche della salute” e le organizzazioni del Burkina Faso “ALCP – Associazione per la Lotta Contro la Povertà” e del Senegal “ECAF – Spazi per