Ministero del Lavoro, pubblicati gli elenchi dei finanziamenti agli Ets

Ministero del Lavoro, pubblicati gli elenchi dei finanziamenti agli Ets post thumbnail image

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha pubblicato il Decreto direttoriale n. 85 del 23 maggio 2022, relativo all’autorizzazione al finanziamento degli enti risultati assegnatari del contributo di cui all’articolo 13-quaterdecies del Decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito con modificazioni dalla Legge 18 dicembre 2020, n. 176 – Fondo Ristori. Con la pubblicazione del Decreto direttoriale e la ripartizione di risorse per 47 milioni 523mila euro, si conclude di fatto l’iter di designazione delle risorse destinate agli Enti del Terzo settore.

Sono oltre 11mila le istanze ammesse su circa 12mila domande presentate complessivamente. In testa a tutti nell’accesso ai finanziamenti figurano le Aps nazionali insieme ai propri comitati territoriali e ai circoli affiliati (19,7 milioni). Seguono le Odv e le Aps che hanno presentato autonomamente le domande di accesso, nonché le Onlus con mille domande complessive. A livello finanziario, sono due gli importi spettanti agli ammessi: cinquemila euro per gli enti con entrate superiori ai 100mila euro; per tutti gli altri, il contributo è pari a 3.846,15 euro. In favore di Regioni e Province autonome, ai fini della successiva liquidazione alle Associazioni di promozione sociale e alle Organizzazioni di volontariato iscritte nei rispettivi registri regionali e delle Province autonome di Trento e Bolzano, oltre gli enti iscritti all’anagrafe delle Onlus e le 46 Associazioni di promozione sociale che, pur rientrando tra le articolazioni territoriali e i circoli affiliati delle relative associazioni nazionali, hanno presentato istanza autonomamente, andranno ripartiti 27,7 milioni di euro.

Ti invitiamo a seguirci e a condividere

Altri articoli...

Effetto Palla OnlusEffetto Palla Onlus

“Effetto palla – per gli animali di nessuno – onlus” di Oristano è l’organizzazione di volontariato che guida la top ten degli enti sardi beneficiari dei contributi 5 per mille 2021. Le preferenze espresse dai contribuenti nella propria dichiarazione dei