Teatri di vita, a Cagliari un convegno sull’accoglienza dei minori stranieri

Teatri di vita, a Cagliari un convegno sull’accoglienza dei minori stranieri post thumbnail image

Domani, venerdì 14 aprile alle ore 10, nella Biblioteca Lussu sala Lilliu (ingresso dalla Cittadella della Salute in via Romagna oppure dal Parco di Monte Claro, ingresso via Mattei), è in programma il convegno dal titolo “Riflessioni sulle pratiche di accoglienza dei minori stranieri, accompagnati e non, che favoriscono l’inclusione scolastica-educativa, sociale e professionale e il benessere psicofisico”. L’evento rientra nel progetto “Teatri di vita – Conoscere riconoscendosi”, cofinanziato dal programma Epic – European Platform of Integrating Cities, in collaborazione con la Regione Sardegna.

Dopo l’introduzione di Genet Woldu Keflay, responsabile e coordinatrice del progetto, e di Miriam Mareso, che lavora in supporto al coordinamento, sono previsti i saluti e interventi di: Ada Lai, assessora regionale del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale; Anna Cau, procuratore capo della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Cagliari; Carla Puligheddu, Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza; Enzo Floridia, presidente della commissione territoriale Riconoscimento della protezione internazionale; Silvana Tilocca, direttrice del servizio di Prevenzione e promozione salute della Asl di Cagliari; Enrico Bona, componente Unhcr – Commissione territoriale di Cagliari; Gavino Carta, segretario regionale della Cisl Sardegna; Giuseppe Ennas, dirigente scolastico del Centro provinciale istruzione adulti 1 di Cagliari; Jessica Cappai, dirigente scolastico dell’Istituto di istruzione superiore Azuni di Cagliari; Pasquale Alfano, presidente dei Tutori volontari Msna Sardegna; Massimo Macini, direttore generale di Sardegna Teatro. Sono inoltre previste le testimonianze della comunità Casa Emmaus di Iglesias, della comunità Alle Sorgenti – Progetto A di Villacidro, della Crei Acli e di Roksolana Vasylyuk (Emergenza Ucraina).

Ti invitiamo a seguirci e a condividere

Altri articoli...